Quadro delle Competenze Turistiche: “Tourism Competence Framework (TCF)” – Ver. 2.0 

Quadro delle Competenze Turistiche: “Tourism Competence Framework (TCF)”

Premessa: I contenuti di questo documento costituiscono un estratto di quanto presentato nel volume: Nuovi Quadri per le Competenze Turistiche Artistiche e dello Spettacolo: “Tourism Competence Framework (TCF)” e “Arts and Entertainment Framewok (AECF)” Edizioni Centro Studi Helios. ISBN: 9788832060041. Il libro è la versione aggiornata del precedente volume: Un nuovo Quadro per le Competenze Turistiche:  “Tourism Competence Framework (TCF)” di Ignazio Caloggero. Edizioni Centro Studi Helios. ISBN: 9788832060010.

Il progetto mira a definire un Quadro delle Competenze Turistiche in linea e in conformità al Quadro Europeo delle Qualifiche (European Qualification Framework – EQF), alla Raccomandazione 2009/C 155/02 (Sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionale -ECVET) e al modello e-CF 3.0 (European e-Competence Framework) per le parti applicabili.

Il Tourism Competence Framework (TCF)  è composto da oltre 108 Competenze (nella versione 2.0) e relative Abilità (Skill) e Conoscenze (Knowledge). Tali competenze sono quelle richieste nelle professioni intellettuali e di elevata specializzazione del settore turistico.

Per ognuna delle competenze turistiche individuate vengono inoltre associati 8 livelli di capacità collegati ai livelli del Quadro Europeo delle Qualificazioni EQF (European Qualifications Framework).

Il Quadro TCF, nell’attuale versione, non è da considerarsi un punto di arrivo ma un punto di partenza che mira ad individuare un quadro condiviso tra i vari stakeholder della filiera turistica. L’auspicio è quindi che altri attori del settore turistico intervengano in modo fattivo e collaborativo alla stesura delle prossime versioni. A tale proposito il progetto prevede il coinvolgimento di Studiosi, Associazioni, Enti Pubblici e privati che desiderano contribuire alla stesura delle prossime versioni. Gli interessati possono comunicare la loro disponibilità inviando una mail alla Associazione Italiana Professionisti del Turismo e Operatori Culturali al seguente indirizzo: segreteria@aiptoc.it

Il Quadro TCF, è stato implementato in conformità allo schema di Riferimento Le 4 Dimensioni delle Competenze a cui si rimanda per approfondimenti.

Le 4 dimensioni del TCF

  • Dimensione 1: Le Aree di Competenza
  • Dimensione 2: Le Competenze: 42 competenze professionali e 66 competenze tematiche per un totale di 108 competenze
  • Dimensione 3: 8 Livelli di Capacità, per ciascuna Competenza individuata, collegati ai livelli EQF
  • Dimensione 4: Un insieme di conoscenze (knowledge) e abilità (skill) in relazione alle competenze della dimensione 2.  Cosi come per il Quadro e-CF, l’elenco descrive il contesto aggiungendo valore al framework e non deve ritenersi esaustivo.

Nota: In questa fase del progetto, continueremo ancora a usare il termine “competenze” anche se tale termine, ultimamente è spesso sostituito dall’equivalente “responsabilità e autonomia”. Ciò deriva dal fatto che I “risultati dell’apprendimento”, nella versione EQF del 2017 non sono più “definiti in termini di conoscenze, abilità e competenze”, ma “in termini di conoscenze, abilità e responsabilità e autonomia”. Si tratta di una precisazione formale più che sostanziale, in quanto già nella versione EQF del 2008 veniva specificato che “nel contesto del Quadro europeo delle qualifiche le competenze sono descritte in termini di responsabilità e autonomia”.

Dimensione 1: Aree di competenze

Le competenze del TCF Ver. 2.0 sono state divise, in 2 classi di competenze e in 5 distinte aree che costituiscono la prima delle 4 dimensioni che costituiscono il quadro.

Classi di competenze

  • Competenze delle Professioni (Chi): Un’unica area contenente le competenze complesse, basate su specifiche professionalità esistenti e riconosciute
  • Competenze Tematiche (Cosa, Come, con quali strumenti): 4 aree contenenti le competenze di base, basate su singole tematiche che uno o più professionisti possono possedere e che concorrono alla costituzione delle competenze che i vari profili professionali devono avere.

Le 5 aree:

  • Chi
    • CP Area Competenze delle Professioni Turistiche
  • Cosa:
    • PT Area Competenze di Base del Patrimonio Turistico
  • Come:
    • QM Area Competenze del Quality Management
  • Con quali strumenti
    • SP Area Competenze Professionalizzanti
    • ST Area Competenze Trasversali

 

Il Patrimonio Turistico comprende tutte quegli elementi che possono costituire un interesse turistico (Attrazioni):

  • Patrimonio Culturale nel senso più ampio del termine: tangibile (storico-artistico, naturale, archeologico) e immateriale (enogastronomia, beni demoetnoantropologici, tradizioni, storia, cultura) in grado di favorire un interesse di tipo turistico;
  • Attrazioni Turistiche non convenzionali: Altri elementi di potenziale interesse turistico come possono essere determinate condizioni o elementi quali il clima o la morfologia del territorio o le attrazioni indotte (strutture/attività create appositamente dall’uomo: infrastrutture turistiche, spettacoli, eventi speciali, attività ricreative e sportive, ecc.)

Le aree sono derivate da un ragionamento che mira a fornire una prima risposta alle seguenti domande:

  • Chi: Chi sono i professionisti del Turismo
  • Cosa: L’elemento alla base stessa delle Professioni turistiche: Il Patrimonio Turistico inteso nel suo senso più ampio e la base di partenza di tutto il ragionamento.
  • Come: Come promuovere e gestire il Patrimonio Turistico. Il Quality Management è il collante che permette una gestione di qualità delle varie offerte turistiche e di tutti i servizi, anche di supporto, della intera filiera turistica.
  • Con quali Strumenti: Gli strumenti, in questa fase sono suddivisi in ulteriore due aree: Specifici (SP) e Trasversali (ST).

Dimensione 2: Competenze turistiche

Le competenze individuate nella versione 2.0 del TCF sono:

CP Competenze delle Professioni (42)

      1. Manager per lo Sviluppo e la Competitività delle Destinazioni Turistiche
      2. Destination Manager
      3. Esperto del Patrimonio Culturale
      4. Responsabile Sistemi di Gestione per la Qualità della Filiera Turistica
      5. Valutatore Competitività delle Offerte Turistiche
      6. Operatore del Turismo Esperienziale
      7. Operatore del Turismo Enogastronomico
      8. Operatore del Turismo Culturale
      9. Operatore del Turismo Sociale e Sostenibile
      10. Esperto in Turismo Accessibile
      11. Event Manager
      12. Esperto in Progettazione, Allestimento e Gestione Eventi Espositivi
      13. Travel Organizzer
      14. Travel Manager
      15. Media Planner
      16. Travel Designer
      17. Social Media Manager
      18. Hotel Manager
      19. Restaurant Manager
      20. Food & Beverage Manager
      21. Bar Manager
      22. Maître
      23. Wedding Planner
      24. Destination Wedding Planner
      25. Front Office Manager
      26. Congress Manager
      27. Esperto del Turismo del Made in Italy
      28. Accompagnatore Turistico
      29. Guida Turistica
      30. Guida Alpina
      31. Guida Naturalistica
      32. Guida Subacquea
      33. Operatore Servizi incoming
      34. Direttore Tecnico d’Agenzia di Viaggio
      35. Direttore di Vendite
      36. Catering Manager
      37. Personal Eco Trainer
      38. Trend Setter
      39. Fund Raiser
      40. Wellness & Spa Manager
      41. Beauty Manager
      42. Beauty Consultant

Competenze Tematiche (66)

PT Patrimonio Turistico (Cosa)  

Le competenze tematiche che possono concorrere alla costituzione dei profili professionali in ambito turistico dovrebbero premettere di stabilire relazioni tra i diversi elementi che costituiscono il Patrimonio Turistico e saper:

  • identificare,
  • analizzare,
  • fornire pareri,
  • informare

Tali verbi andranno specificati e contestualizzati in funzione dei compiti e delle attività specifiche previste per il profilo professionale preso a riferimento, su uno o più dei seguenti ambiti di competenza che costituiscono il contesto di partenza su cui vengono costruiti i diversi profili professionali operanti in ambito turistico:

Ambiti Competenze di Contesto:

      1. Patrimonio Unesco
      2. Patrimonio Naturalistico
      3. Patrimonio Immateriale
      4. Patrimonio Storico, Artistico e Archeologico
      5. Patrimonio Enogastronomico
      6. Attività Artistiche e Culturali
      7. Attività Esperienziali
      8. Attrazioni Indotte

QM Quality Management (Come)  

      1. Identificazione e analisi dei fabbisogni (e-CF)
      2. Progettazione di processi e servizi
      3. Pianificazione dei processi e dei servizi (e-CF)
      4. Erogazione dei servizi
      5. Monitoraggio dei processi e dei servizi
      6. Miglioramento dei processi e dei servizi (e-CF)
      7. Sistemi di gestione
      8. Fattori, Indicatori e Standard per la qualità
      9. Sviluppo del personale (e-CF)
      10. Produzione e gestione della documentazione (e-CF)
      11. Gestione della qualità (e-CF)
      12. Assistenza utenti (e-CF)
      13. Customer Satisfaction
      14. Mistery Audit

SP Strumenti Professionalizzanti (Con quali strumenti)

Le competenze tematiche relative agli strumenti professionalizzanti che possono concorrere alla costituzione dei profili professionali in ambito turistico dovrebbero premettere di stabilire relazioni tra i diversi elementi e saper:

  • identificare,
  • analizzare,
  • fornire pareri,
  • informare,
  • progettare,
  • pianificare,
  • realizzare,
  • applicare,
  • valutare,
  • comparare,
  • garantire la conformità

Tali verbi andranno specificati e contestualizzati in funzione dei compiti e delle attività specifiche previste per il profilo professionale preso a riferimento, su uno o più dei seguenti ambiti di competenza che andranno costruiti i diversi profili professionali operanti in ambito turistico:

      1. Norme di tutela e Fruizione del Patrimonio Culturale
      2. Normativa sulla Privacy nella Filiera Turistica
      3. Normativa sulla sicurezza nella Filiera Turistica
      4. Finanziamenti per la Filiera Turistica e Culturale
      5. Legislazione Turistica
      6. Competitività Turistica (Misurazione e Valutazione)
      7. Marketing Turistico e Territoriale
      8. Analisi SWOT (Applicare)
      9. Domanda turistica (Identificare, Analizzare, Comparare)
      10. Stakeholder strategici (Identificare, Analizzare)
      11. Offerta turistica (Progettazione, Pianificazione, Realizzazione e Gestione)
      12. Eventi Culturali e di interesse turistico (Progettare, Pianificare, Realizzare, Monitorare)
      13. Competenze professionali (Analizzare e Individuare il Gap)
      14. Tecnologie Innovative per il settore turistico
      15. Politiche di settore
      16. Logistica
      17. Business Plan
      18. Turismo Sostenibile
      19. Turismo Naturalistico
      20. Turismo Culturale
      21. Turismo Enogastronomico
      22. Turismo Esperienziale
      23. Turismo Balneare
      24. Turismo Sportivo
      25. Turismo Termale e del Benessere
      26. Turismo Congressuale
      27. Turismo Accessibile
      28. Turismo Religioso
      29. Turismo delle Arti e dello Spettacolo
      30. Agriturismo
      31. Turismo del Made in Italy (Artigianato Artistico)

SB Strumenti Trasversali (Con quali strumenti)

      1. Gestione della sicurezza delle informazioni (e-CF)
      2. Gestione del rischio (Risk Management) (e-CF)
      3. Gestione delle relazioni e dei Conflitti
      4. Gestione e Coordinamento dei Gruppi (staff)
      5. Strumenti informatici e telematici di base (e-CF)
      6. Strumenti informatici per la comunicazione (e-CF)
      7. Marketing Digitale (e-CF)
      8. Lingue straniere
      9. Organizzazione aziendale
      10. Economia di base
      11. Privacy
      12. Sicurezza nei luoghi di lavoro
      13. Igiene e Sicurezza degli Alimenti

Nota: Gli strumenti di Base sono di norma trasversali ai vari profili professionali e possono costituire un background di competenze preesistenti ai vari percorsi formativi proposti.

Negli schemi formativi, potranno pertanto non essere definite le conoscenze associate alle competenze di base e trasversale in quanto è possibile considerare tali aspetti come patrimonio acquisito o da acquisire anche al di fuori di specifici percorsi formativi elaborati per le singole figure professionali.

I singoli percorsi formativi potranno comunque includere, opzionalmente, contenuti atti a fornire tali competenze anche in modo parziale.

 (e-CF): Queste competenze sono in stretta connessione con le analoghe competenze previste per il settore (e-CF). In alcuni casi si differenziano per la diversa formulazione delle relative abilità e conoscenze.

 

Dimensione 3: Livelli di capacità

8 Livelli di capacità, per ciascuna competenza individuata, collegati ai livelli EQF

A volte la differenza tra un profilo professionale ed un altro è proprio nel diverso livello richiesto per le singole competenze.

Dimensione 4: Conoscenze e Abilità

Di seguito alcuni elenchi esemplificativi e non esaustivi di conoscenze e abilità. Ogni profilo professionale elaborato secondo questo schema dovrà, in sede di stesura individuare in modo dettagliato le effettive abilità e conoscenze.

Conoscenze (Knowledge)

 Patrimonio Unesco

      • Convenzioni Unesco sul Patrimonio Culturale Materiale
      • La Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità (WHL)
      • Istituzioni Unesco per il Patrimonio Culturale
      • I siti a rischio del Patrimonio dell’Umanità
      • La Lista Propositiva del Patrimonio Mondiale
      • Le procedure per il riconoscimento dei siti Unesco
      • Linee guida per la redazione e l’attuazione dei piani di gestione
      • Modelli per la realizzazione dei Piani di Gestione
      • I Siti nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità
      • Biosfere e Geoparchi Globali Unesco
      • Network Città Creative
      • Convenzioni Unesco sul Patrimonio Culturale Immateriale
      • La Lista Mondiale del Patrimonio Culturale Immateriale
      • Altri Programmi di salvaguardia e promozione del Patrimonio Culturale

Patrimonio Naturalistico

      • Le Aree Naturali Protette
      • Parchi e Riserve Naturali
      • Le riserve Naturali
      • Rete Natura 2000
      • Siti di Interesse Comunitario (SIC)
      • Zone di Protezione Speciale (ZPS)
      • Zone Speciali di Conservazione (ZSC)
      • Le Zone Umide
      • I Geositi
      • Strumenti di Gestione delle Aree Naturali Protette
      • I Piani Paesaggistici
      • Gli organi di tutela e vigilanza ambientali
      • Strategie per la Biodiversità

 

Patrimonio Immateriale

      • Beni demoetnoantropologici (DEA)
      • Registri del Patrimonio Immateriale
      • Riti e Feste Religiose (Celebrazioni)
      • Mestieri, Saperi e Tecniche lavorative tradizionali (Saperi)
      • Tradizioni e espressioni orali (Espressioni)
      • Arti dello Spettacolo
      • Luoghi della Memoria e Luoghi simbolici
      • Luoghi del Mito e delle Leggende
      • Luoghi del Sacro
      • Luoghi degli Eventi storici
      • Luoghi delle personalità storiche e della cultura
      • Luoghi storici del lavoro
      • Luoghi del racconto letterario
      • Luoghi del racconto televisivo e filmico
      • Patrimonio museale etnoantropologico
      • Patrimonio etnomusicologo
      • Parchi letterari

Patrimonio Storico, Artistico e Archeologico

      • Il Turismo Archeologico
      • Parchi e Siti Archeologici
      • Paleolitico, Mesolitico e siti di interesse turistico
      • Neolitico, Età dei Metalli e siti e siti di interesse turistico
      • Principali stili architettonici
      • Siti turistici di epoca greco e romana
      • Testimonianze della civiltà bizantina e Longobarda
      • I siti di interesse turistico del periodo normanno
      • Barocco e rococò
      • L’Architettura Neoclassica
      • Le Testimonianze del Liberty
      • I Borghi storici
      • Il Patrimonio museale

 Patrimonio Enogastronomico

      • I Prodotti tipici
      • Il turismo enogastronomico
      • La certificazione di qualità dei prodotti alimentari DOP, IGP e STG
      • I Prodotti Agroalimentari Tradizionali
      • Altre forme di riconoscimento dei prodotti tipici
      • Le strade del vino
      • I disciplinari di produzione
      • I prodotti Biologici
      • Gli agriturismi
      • I Distretti rurali e agroalimentari di qualità

Quality Management

      • La norma UNI EN ISO 9001
      • Fattori, indicatori e standard della qualità nei servizi
      • Sistemi di Gestione per la Qualità
      • La Documentazione di Sistema; il Manuale; Procedure e Istruzioni Operative;
      • La Gestione delle risorse umane (persone)
      • Le risorse logistiche: attrezzature, infrastrutture e ambiente di lavoro
      • Pianificazione e tenuta sotto controllo del servizio
      • Il Sistema di approvvigionamento
      • Produzione ed erogazione del servizio;
      • Identificazione e rintracciabilità;
      • Progettazione e sviluppo;
      • Validazione dei processi e dei servizi
      • Monitoraggi e misurazione dei processi e dei servizi
      • La Gestione delle Non Conformità e le Azioni Correttive
      • Valutazione della qualità dei servizi
      • Le verifiche ispettive interne (Audit)
      • La norma ISO19011
      • Competenze e valutazione degli Auditor
      • Conduzione delle verifiche ispettive
      • Cenni ai Modelli di Organizzazione e di Gestione della Sicurezza
      • Cenni ai Sistemi di Gestione della Sicurezza SGSL UNI INAIL
      • Fattori (dimensioni) e indicatori di qualità nel Turismo e nella gestione del Patrimonio Culturale
      • La Carta dei servizi Turistici
      • Qualità e turismo accessibile
      • Standard di qualità museali e sistema di Accreditamento
      • Gli audit nel settore turismo e Gestione del Patrimonio Culturale
      • I principali sistemi di gestione
      • I Sistemi di Gestione Integrati:
      • Global Sustainable Tourism Criteria (GSTC)
      • Mistery Audit e Mistery Shoping
      • Monitoraggio e audit nel settore della Gestione del Patrimonio Culturale
      • Monitoraggi e valutazione della qualità nelle strutture della filiera turistica

  Strumenti Giuridici e Finanziari (Con quali strumenti)

      • La normativa per la tutela e la fruizione dei Beni Culturali
      • I criteri per la tutela dei beni culturali
      • I vari livelli di tutela
      • Il problema della conservazione e restauro, le Carte del restauro
      • I Beni paesaggistici
      • La Convenzione europea per la protezione del patrimonio archeologico
      • La pianificazione paesaggistica
      • Controllo e gestione del patrimonio culturale
      • La normativa sulla Privacy e la filiera turistica
      • Il Regolamento europeo 2016/679
      • La normativa sulla Sicurezza nei luoghi di lavoro nella filiera turistica
      • Finanziamenti per la Filiera Turistica e Culturale
      • Disciplina giuridica del commercio elettronico
      • Normativa per la tutela del consumatore

Strumenti Specifici (Con quali strumenti)

      • Il Turismo integrato
      • Turismo Culturale
      • Le Città d’arte
      • Capitali europee e italiane della Cultura
      • Turismo accessibile
      • Turismo Esperienziale
      • Turismo Sostenibile
      • Piani Strategici del Turismo
      • Cultura, turismo e sviluppo economico
      • Destinazioni Turistiche
      • Destination Management Organizzation (DMO)
      • Modelli territoriali turistici
      • Modelli di competitività turistica
      • Modelli innovativi per la misurazione della competitività turistica
      • Sistemi turistici locali
      • Istituzioni e Promozione turistica
      • Marketing Turistico
      • Turismo e Comunicazione
      • Il Piano di Comunicazione
      • Marketing e Promozione online
      • Tecniche di Web Marketing
      • Social Marketing
      • Online Travel Agencies (OTA)
      • Progettazione e realizzazione di Eventi culturali
      • Progettazione e realizzazione di Eventi Esperienziali
      • Le nuove tecnologie emergenti

Abilità (Skill)

Le abilità sono l’insieme delle capacità necessarie a svolgere compiti e risolvere problemi specifici. Nella sostanza determina il “cosa si è in grado di svolgere” o “saper fare” dopo un percorso di apprendimento (formale, non formale o informale).

Vale la pena ricordare la definizione fornita in ambito EQF:

 Abilità (EQF)
Capacità di applicare le conoscenze e di usare il know-how per portare a termine compiti e risolvere problemi.

Nel contesto del Quadro europeo delle qualifiche le abilità sono descritte come cognitive (comprendenti l’uso del pensiero logico, intuitivo e creativo) e pratiche (comprendenti l’abilità manuale e l’uso di metodi, materiali, strumenti); (Allegato 1 EQF)

Così come per le competenze le abilità vanno descritte attraverso una serie di verbi da usare in forma attiva, è possibile utilizzare una serie di verbi che prende spunto ad esempio dalla Tassonomia di Blum (o di Anderson & Krathwohl)  e che andranno specificati e contestualizzati in base ai compiti e le attività principali che costituiscono il profilo professionale preso a riferimento- Esempi di verbi utilizzati:

      • Saper, Essere in grado, Avere la capacità di (accompagnato da un altro verbo tra quelli di seguito indicati):
      • Individuare,
      • Definire,
      • Progettare,
      • Pianificare
      • Coordinare,
      • Analizzare
      • Dirigere
      • Coordinare
      • Comunicare
      • Valutare,
      • Stabilire,
      • Generare,
      • Realizzare,
      • Effettuare,
      • Sviluppare,
      • Organizzare,
      • Supervisionare,
      • Creare,
      • Decidere,
      • Predire
      • Determinare,
      • Facilitare,
      • Favorire,
      • Trasmettere,
      • Innovare,
      • Proporre,
      • Orientare
      • Attuare
      • Mantenere
      • Migliorare
      • Utilizzare
      • Eseguire
      • Consultare
      • Stabilire
      • Gestire
      • Integrare
      • Cogliere
      • Curare
      • Ideare
      • Costruire
      • Porre in essere
      • ecc

Esempio limitato e non esaustivo di abilità:

Abilità legate all’Area del Quality Management

      • Capacità di analisi
      • Capacità di sintesi
      • Capacità organizzative
      • Capacità di Controllo
      • Capacità di pianificazione
      • Capacità di programmazione
      • Produrre Piani di Miglioramento
      • Gestire il processo di richiesta di cambiamenti
      • Identificare gap di competenze per la qualità
      • Analizzare i requisiti espliciti, impliciti e cogenti dell’utenza
      • Progettare processi e servizi
      • Comporre, documentare e classificare i processi fondamentali
      • Realizzare Procedure e Istruzioni Operative per la Qualità
      • Proporre cambiamenti di processo per facilitare e razionalizzare i miglioramenti
      • Illustrare come metodi, strumenti e procedure si possono applicare per implementare la politica di qualità delle organizzazioni
      • Valutare e analizzare i singoli processi per identificare le azioni correttive e di miglioramento
      • Assistere i responsabili dei processi nella scelta e nell’uso di misure per valutare l’efficacia e l’efficienza dei processi operativi
      • Individuare, comprendere e valutare i Fattori, gli indicatori e gli standard della qualità
      • Applicare metodologie e tecniche di auditing
      • Applicare metodologie e tecniche di monitoraggio
      • Applicare metodologie e tecniche di Customer Satisfaction
      • Monitorare e Valutare l’erogazione dei servizi
      • Realizzare Sistemi di Gestione per la Qualità
      • Contribuire alla realizzazione di Sistemi di Gestione Integrati

Abilità specifiche del settore turistico

      • Individuare e valutare l’applicabilità delle norme di tutela e Fruizione del Patrimonio Culturale e Paesaggistico
      • Applicare o far applicare la normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro nella Filiera Turistica
      • Valutare l’applicabilità di finanziamenti per la Filiera Turistica e Culturale
      • Individuare e valutare l’applicabilità della Legislazione Turistica
      • Contribuire alla strategia per lo sviluppo turistico territoriale
      • Contribuire alla strategia per lo sviluppo sostenibile
      • Contribuire alla strategia di marketing turistico
      • Applicare strumenti per la misurazione della competitività turistica
      • Individuare la tecnologie web da utilizzare per il marketing turistico
      • Analizzare e valutare il contesto territoriale per identificare punti di forza e di debolezza
      • Contribuire alla corretta gestione di eventi culturali e di interesse turistico
      • Analizzare la domanda turistica
      • Contribuire allo sviluppo dell’offerta turistica
      • Identificare gap di competenze per il settore turistico
      • Individuare e fornire supporto per la scelta e l’applicazione di tecnologie Innovative per il settore turistico
      • Individuare e valutare l’applicabilità di Politiche di Settore
      • Fornire il supporto per la definizione del piano di comunicazione
      • Individuare gli Stakeholder Strategici
      • Valutare l’applicabilità di Programmi, Convenzioni e Riconoscimenti Istituzionali
      • Relazionare ed effettuare consulenza in materia di attività artistiche e culturali
      • Relazionare ed effettuare consulenza in materia di attività esperienziali
      • Relazionare ed effettuare consulenza in materia di attrazioni indotte
      • Relazionare ed effettuare consulenza in materia di Patrimonio Unesco
      • Relazionare ed effettuare consulenza in materia di Patrimonio Naturalistico
      • Relazionare ed effettuare consulenza in materia di Patrimonio Storico, Artistico e Archeologico
      • Relazionare ed effettuare consulenza in materia di Patrimonio Immateriale
      • Relazionare ed effettuare consulenza sul Patrimonio Enogastronomico
      • Analizzare e interpretare le tendenze di mercato

Abilità tipicamente trasversali alle varie professioni

      • Capacità di comunicare
      • Capacità di gestione del gruppo
      • Capacità di gestione dei conflitti
      • Supporto per la gestione del rischio e le scelte di piani di risk management
      • Individuare e applicare gli strumenti informatici e telematici di base
      • Individuare e applicare gli strumenti informatici per la comunicazione
      • Supporto per la gestione della Sicurezza delle Informazioni
      • Utilizzare le lingue straniere in ambito lavorativo in funzione del target territoriale di riferimento dei propri clienti
      • Utilizzare gli strumenti di amministrazione e contabilità aziendale
      • Contribuire alle strategie per il trattamento delle informazioni nel rispetto della normativa in materia di Privacy

Per informazioni: Centro Studi Helios 0932 229065 mail: turismo@centrostudihelios.it

X
X
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: